Post

Ultimo articolo

Gli ebrei messianici - Origini e caratteristiche generali

Immagine
Vi sono degli ebrei cristiani, che credono che Gesù è il Messia d' Israele e che, continuando a dirsi ebrei e condividendo la fede cristiana , non vogliono " cambiare religione ".  Situazione difficile, perché, per le autorità rabbiniche, loro non sono più ebrei, e per i cristiani delle chiese tradizionali non sono veramente cristiani, perché non si considerano obbligatoriamente cattolici, protestanti o ortodossi.  In effetti, se non ci fossero stati degli ebrei che avrebbero riconosciuto nell'ebreo Gesù il Messia d'Israele, non ci sarebbero mai stati dei cristiani, dei gentili cristiani.  Sono stati necessari quegli ebrei che vivevano 2.000 anni fa in Galilea per dire: " Colui di cui è scritto nella legge di Mosè e nei Profeti, noi l'abbiamo trovato: è Gesù, figlio di Giuseppe, di Nazareth " ( Giovanni 1:45 ).  Anche oggi degli ebrei, e per di più in Israele, scoprono e riconoscono Gesù come Messia d'Israele e desiderano condividere la loro

Talmud

Immagine
Talmud tradotto letteralmente significa "studio".  E' formato dalla Mishnà e dalla Ghemarà e raccoglie l’insieme delle discussioni rabbiniche risalenti al periodo tra il IV e il VI secolo e.v..  Ne esistono due redazioni: una più ampia e autorevole, la Babilonese (che raccoglie oltre a materiale giuridico e normativo, anche leggende, vite di maestri, preghiere, detti, midrash ecc.); e una più breve, Palestinese o di Gerusalemme.

Kibbuz

Immagine
Kibbutz  (Raggruppamento).  Si tratta dell’insediamento collettivo degli ebrei in Israele.  Nei Kibbutz non esiste la proprietà privata, la vita si svolge in forma comunitaria, tutti godono gli stessi diritti e vivono dei prodotti del lavoro comune, generalmente prodotti agricoli.  I primi Kibbutz risalgono al 1909, più tardi si assemblano secondo le varie ideologie, formando delle federazioni.   Ancora oggi i Kibbutz rappresentano il ramo più importante dell’economia agricola israeliana.  

Kasher

Immagine
Kasher (o anche Kosher, letteralmente “adatto”).  Detto di ciò che è conforme alla norma biblica (contenuta principalmente nel libro del Levitico) e rabbinica sulla purità dei cibi permessi, sul modo di cucinarli e servirli.  È relativa anche ai tessuti, ai libri sacri, utensili ecc.  Per ciò che riguarda gli animali sono considerati puri i quadrupedi  ruminanti dallo zoccolo biforcuto (ovini e bovini); i pesci dotati di pinne e squame; e i volatili non rapaci.  In senso lato il termine indica il possesso dei requisiti richiesti secondo la regola della Torah. 

La rinascita di Israele

Immagine
La naturale metamorfosi della nazione ebrea. Il 14 maggio 1948, alla proclamazione dello Stato d’Israele, tutto sembra avere un nuovo inizio.  E di fatto, inizia una costruzione nuova, un progetto che si proietta nel futuro, alle spalle vi sono le macerie e la morte.  La diaspora europea ha appena vissuto la sua ora più tragica, un’ora che è durata anni angoscianti, fino allo sterminio di milioni di persone.  E fu sera e fu mattino, ricorda la Torah : se c’è mai stata una sera sulla Terra, una notte interminabile, è stata quella che precede il 1948. E il mattino? Dove comincia, da dove lo si misura?  C’è una continuità segreta, a cui spesso non si fa attenzione, tra il prima e il dopo Israele.  Certo, la compagine moderna di uno Stato, l’esercito, l’infrastruttura politica, sembrano nascere come dal nulla.  C’è una plasmabilità, nella vicenda israeliana di questi primi settantanni, sconosciuta a chi vive in Paesi dalle tradizioni antiche, dalle burocrazie secolari, cresciute strato dop

L'invenzione del popolo palestinese

Immagine
Come da una ideologia è nata una fantastoria: il popolo palestinese.  Qui non si vogliono denigrare persone che di qualsiasi ceto sociale, religioso, culturale e sociale possano essere, sono pur sempre degli uomini (creati da Dio a sua immagine), che debbono essere rispettati e accettati sempre, in rispetto di quella dignità che l'Essere supremo a conferito ad ognuno. Nel corso della storia dell'umanità e all'inizio dell'uomo sociale vi sono stati delle realtà sociali e culturali più o meno organizzate, dove alcuni, con gli accentramenti geografici, hanno acquisito una unica identità, dove, sia nel loro tempo presente, che a posteriori, sono stati definiti come popolo a se. Altri sono stati inglobati da questi, perdendo, anche nel breve tempo, le loro caratteristiche culturali e tradizioni remote. Ultimamente, negli ultimi decenni, particolarmente dopo la riformazione della nazione di Israele in Terra santa ( Eretz Israel ), alla fine della Seconda guerra mondiale , s

My social

Mio Twitter Mio Pinterest